SPEDIZIONE GRATUITA*
RESO GARANTITO ENTRO 15 GIORNI
REGISTRAZIONE
ACCEDI
SERVIZIO CLIENTI   
3925333430 / 039-8947390
Hai 0 prodotti nel carrello

TOTALE : 0,00 €

  COSTO SPEDIZIONE ITA CON GLS 8,90€ - PER IMPORTI SUPERIORI I 250,00 € SPEDIZIONE GRATUITA

Il tuo carrello è vuoto, riempilo!

Accessori
Elettroutensili
Utensili Pneumatici
Utensili Manuali
Antinfortunistica
Giardinaggio
Abbigliamento
x
Accessori   VEDI TUTTO

Oggi in promozione    Vedi tutte le offerte in corso

x
Elettroutensili   VEDI TUTTO

Oggi in promozione    Vedi tutte le offerte in corso

x
Utensili Manuali   VEDI TUTTO

    CHIAVI DI MANOVRA

    CHIAVI DINAMOMETRICHE E MOLTIPLICATORI DI COPPIA

    ESTRATTORI

    FUNI E ACCESSORI

    MARTELLI E SCALPELLI

    PINZE E TRONCHESI

Oggi in promozione    Vedi tutte le offerte in corso

Oggi in promozione    Vedi tutte le offerte in corso

Oggi in promozione    Vedi tutte le offerte in corso

Home
Prodotti
Offerte
Account

SI AVVISA LA GENTILE CLIENTELA CHE DA VENERDÌ 9 DICEMBRE A DOMENICA 11 IL PUNTO VENDITA SARÀ CHIUSO. SI GARANTISCONO COMUNQUE LE SPEDIZIONI PER GLI ACQUISTI ONLINE ! PER INFORMAZIONI O APPUNTAMENTI PER IL RITIRO IN SEDE CONTATTARE IL 3925333430

 Nascondi   

Seghetto alternativo: la guida completa

seghetto alternativo

Il seghetto alternativo è un elettroutensile capace di svolgere numerosi compiti di taglio sia sul legno che su altri tipi di materiale questa caratteristica lo rende uno strumento versatile ed indispensabile per tutti coloro, dai professionisti agli appassionati del Fai a te, che necessitano di uno strumento affidabile e duraturo.
In commercio però esistono numerosi modelli e marche rendendo non sempre semplice la scelta del migliore seghetto alternativo.
Questa guida, come le altre guide alla scelta di Ferramenta Carozzi, sono pensate per consigliare professionalmente tutti coloro che si accingono a comprare un elettroutensile per la prima volta e per tutti coloro che necessitano di maggiori informazioni riguardo lo strumento.


Come funziona un seghetto alternativo

immagine 5 guida seghetti alternativi
Il seghetto alternativo è una delle due tipologie di seghetti elettrici, assieme ai seghetti elettrici diritti, attualmente in commercio. Il suo funzionamento è relativamente semplice: un motore elettrico aziona una lama che si muove alternativamente in un senso e poi nell'altro. Ovviamente questa non è una descrizione esaustiva poiché le varie componenti dell'elettroutensile possono variare da modello a modello: il motore, ad esempio, può variare in potenza, la lama varia a seconda dei materiali su cui utilizzare il seghetto alternativo e in base alla sua composizione metallica, l'alimentazione può essere elettrica o a batteria.
Ecco perchè, se pur un elettroutensile semplice da utilizzare, richiede comunque una certa conoscenza tecnica e dimestichezza con le caratteristiche che lo descrivono.
Lo store online offre inoltre seghetti alternativi che si differenziano per tipologia di alimentazione: essi possono essere alimentati a corrente elettrica domestica oppure a batteria. La differenza come per altri tipi di elettroutensili sta nella potenza erogata e nella versatilità. I modelli a filo sono più potenzi e permettono tagli prolungati e lavori gravosi; i modelli a batteria sono leggeri e versatili e consentono all'utilizzatori una grande libertà.
Una terza sottocategoria è quella dei seghetti pneumatici. Rimandiamo la discussione ad una specifica sezione della guida.


Il seghetto alternativo: guida pratica al suo utilizzo

immagine 4 guida seghetti alternativi
Ma come si utilizza il seghetto alternativo? Bisogna prima di tutto ricordare che ogni elettroutensile, pur semplice che sia, si può rivelare pericoloso se usato nel modo improprio. Per questo il consiglio rimane prima di tutto di prestare attenzione alla sicurezza vostra e di chi lavora con voi. Staccare il seghetto alternativo dalla sorgente di alimentazione è sempre consigliabile quando ci si accinge a cambiare la lama o qualsiasi altro accessorio.
Bisogna inoltre fissare  bene il materiale che si vuole lavorare con dei morsetti: l'oscillazione prodotta dal seghetto potrebbe farvi perdere contatto con la superficie e conseguentemente il controllo dell'elettroutensile.
Quando fissate il pezzo ad un piano di lavoro ricordatevi di tenere la linea di taglio spostata dal ripiano per non rischiare di tagliare la superficie sottostante e di lasciare la lama libera di compiere interamente la propria corsa senza incontrare ostacoli che la potrebbero danneggiare.
Tenete, inoltre, sotto controllo la velocità di avanzamento. La maggior parte dei seghetti alternativi di qualità vengono prodotti con apposito regolatore di velocità così da permettere all'utilizzatore tagli precisi e regolari ma soprattutto un controllo costante dell'attrezzo. Regolate quindi la velocità in relazione alla vostra esperienza, al tipo di materiale che desiderate tagliare e al suo spessore.
Se non utilizzate una guida per i tagli dritti o diagonali, tracciate la linea di taglio con un marcatore in modo a avere sempre davanti la direzione da seguire ed evitare inutili bloccaggi della lama durante il taglio, che la porterebbero a sforzi eccessivi in fase di ripartenza.
In fase di taglio, mai forzare sul seghetto alternativo o spingerlo in avanti: il rischio di rompere la lama  è reale come la possibilità di fondere il motore. Lasciate che il vostro seghetto lavori per voi in tutta comodità. Se la lama che state utilizzando è indicata per il materiale su cui state lavorando non abbiate fretta, il seghetto farà il suo lavoro.
Se necessitate che il taglio non abbia sbavature vi consigliamo di seguire alcune procedure specifiche. Se state lavorando su legno, potete appoggiare il pezzo da tagliare su di un altro strato di legno di scarto e tagliarli assieme: così procedendo il bordo inferiore del vostro pezzo non presenterà difetti da taglio.
Se state lavorando con fogli metallici, potete seguire lo stesso consiglio mentre per il laminati plastici il consiglio dell'esperto è quello di porre il laminato tra due fogli di legno compensato e stringerli entrambi con un morsetto per poi procedere al taglio dell'insieme. Ovviamente la lama da utilizzare sarà quella specifica per il materiale più resistente.

Attenzione agli accessori

immagine 3 guida seghetti alternativi
La perfetta riuscita di un lavoro dipende in larga misura dalla tipologia di elettroutensile ma anche dalla scelta dell'appropriato accessorio
Ferramenta Carozzi vi offre un vasto catalogo di accessori per il taglio tra cui scegliere quello più appropriato per il vostro seghetto alternativo e per il materiale che intendete tagliare.
Nella scelta degli accessori per i seghetti alternativi il consiglio rimane quello di comprare pezzi originali, possibilmente dello stesso produttore dell'elettroutensile che state utilizzando. Produttori come Makita, Bosch, Skil e molti altri garantiscono la qualità dei loro prodotti attraverso test nei loro laboratori e anni di esperienza nel settore. Per quanto riguarda le lame il catalogo comprende lame per seghetti elettrici alternativi che si differenziano tra loro per la tipologia di attacco, che può essere europeo o Makita, o per la tipologia di materiale su cui vengono usate, che può variare al legno al plexiglas, dal cemento all'acciaio, per il tipo di lega metallica che le compone e per le dimensioni e numero i denti.
Il Catalogo offre inoltre una serie di guide laterali che vi aiuteranno nei tagli diritti o diagonali permettendovi lavori puliti e professionali. Il consiglio è quello di utilizzare sempre gli accessori per seghetti elettrici laddove sono disponibili.
Per quanto riguarda le batterie rimandiamo la discussione alla specifica guida su come scegliere la batteria giusta per il proprio elettroutensile.
Ultima cosa, ma non meno importante, la pulizia dell'ambiente: troverete infatti una buona gamma di sacchetti raccoglipolvere e tubi per l'aspirazione delle polveri così da mantenere il vostro ambiente di lavoro o di divertimento sempre pulito e respirabile.


I seghetti alternativi migliori

immagine 1 guida seghetti alternativi
Siamo giunti a capire qualcosa di più dei seghetti alternativi, ma la domanda rimane: qual'è il seghetto alternativo migliore?
Come detto i seghetti alternativi si differenziano per potenza, tipo di alimentazione, marca. Il primo paso per capire qual'è il seghetto che fa per voi è capire voi cosa chiedete al vostro seghetto alternativo. Se siete dei professionisti probabilmente state cercando un seghetto potente che vi aiuti nei lavori continuativi e gravosi, con la possibilità di aggancio del sacchetto raccoglipolvere per mantenere l'ambiente di lavoro sempre respirabile e sicuro. Ci sentiamo di consigliarvi due modelli, entrambi della casa produttrice giapponese Makita, uno a batteria e l'altro a filo.
Se invece siete degli amanti del fai date e state cercando un buon compromesso tra qualità e prezzo, il nostro consiglio è quello di orientarvi verso un modello a batteria, compatto e leggero, come il Bosch GST da 10,8 V.
Se invece volete fare l'affare è disponibile in negozio lo stesso modello di seghetto alternativo Bosch da 10,8 V comprensivo di valigetta e kit batterie + caricabatterie.

 PRODOTTI CONSIGLIATI


Con quali materiali posso usare il mio seghetto alternativo?

immagine 6 guida seghetti alternativi
Il seghetto alternativo è uno strumento versatile che vi permette di affrontare quasi ogni superficie, dal legno alla fibra di vetro.
Ovviamente per ottenere un risultato perfetto è indispensabile la scelta della lama appropriata. Molto spesso tale decisione si rivela difficile a causa di tutta una serie di terminologie e codici che i produttori utilizzano per differenziare i molteplici prodotti. Questa sezione vi aiuterà ad orientarvi nella scelta della lama per seghetto alternativo migliore per il vostro strumento.
Sul mercato esistono vari tipi di lama per seghetto come la lama in acciaio ad alata velocità o HSS, la lama bimetallica, la lama metallo duro o HM, la lama in acciao al Cromo-Vanadio o CV ecc. Capite quindi che bisogna prima di tutto fare chiarezza sulle varie tipologie di lama, capire la loro composizione per poi capire quale può essere il loro impiego.
La lama in acciaio al Cromo-Vanadio, o CV, è una lama pensata per il taglio di materiali e superfici tenere come il legno e i suoi derivati quali i pannelli in fibra  o in materiale sintetico come il plexiglas.
La lama bi-metallica 65-67 HRC rappresenta invece la sintesi perfetta tra durezza e flessibilità. Grazie ad una striscia saldata in HSS al Cobalto e il restante utilizzo di acciaio per le molle che garantisce anche ad alte temperature il rientro nella forma iniziale, questa lama permette il taglio di leghe metalliche molto resistenti.
La lama in acciaio super rapido, o HSS, è una lama in acciaio temprato sotto vuoto ideale per il taglio di materiali duri come il ferro, l'alluminio e i metalli non ferrosi. La sua composizione garantisce che la lama non si deformi anche quando vengono a generarsi alte temperature da frizione.
La lama in metallo duro, o HM, garantisce un'altissima resistenza all'usura mantenendo sempre un elevato rendimento. Questa lama è altresì versatile, può infatti essere utilizzata con qualsiasi materiale.
La confusione non fa che aumentare quando ci si riferisce alla geometria della lama, al passo di dentatura e alla conseguente possibilità di utilizzo.
Il passo di dentatura, di solito espresso con la sigla T, è l'intervallo tra un dente e l'altro. Solitamente, tale intervallo è espresso in millimetri ma capita a volte che sia espresso in "denti per millimetro" o Tpt (theeth per inch). Nella sostanza la scelta del passo adatto dipende dallo spessore del materiale da tagliare e dalla sua durezza. Il consiglio dell'esperto è quello di scegliere un passo tale da assicurare, durante tutto il taglio, che almeno tre denti si trovino all'interno dello spessore del materiale.
La regola generale da seguire è questa: più il materiale è duro e più i denti dovranno essere piccoli.
La durezza dei denti è variabile ed in commercio esistono molte varianti. Le lame HSS hanno una durezza media dei denti prossima ai 61 HRC che permette il loro utilizzo con le varie leghe di metallo; le lame CV hanno una durezza di 50 HRC il che le rende consigliabile per il legno tenero e i composti sintetici; le lame bimetalliche hanno una durezza di 65-67 HRC che le rende u ottimo compromesso con qualsiasi materiale.