SPEDIZIONE GRATUITA*
RESO GARANTITO ENTRO 15 GIORNI
REGISTRAZIONE
ACCEDI
SERVIZIO CLIENTI   
3925333430 / 039-8947390
Hai 0 prodotti nel carrello

TOTALE : 0,00 €

  COSTO SPEDIZIONE ITA CON GLS 8,90€ - PER IMPORTI SUPERIORI I 250,00 € SPEDIZIONE GRATUITA

Il tuo carrello è vuoto, riempilo!

Accessori
Elettroutensili
Utensili Pneumatici
Utensili Manuali
Antinfortunistica
Giardinaggio
Abbigliamento
x
Accessori   VEDI TUTTO

Oggi in promozione    Vedi tutte le offerte in corso

x
Elettroutensili   VEDI TUTTO

Oggi in promozione    Vedi tutte le offerte in corso

x
Utensili Manuali   VEDI TUTTO

    CHIAVI DI MANOVRA

    CHIAVI DINAMOMETRICHE E MOLTIPLICATORI DI COPPIA

    ESTRATTORI

    FUNI E ACCESSORI

    MARTELLI E SCALPELLI

    PINZE E TRONCHESI

Oggi in promozione    Vedi tutte le offerte in corso

Oggi in promozione    Vedi tutte le offerte in corso

Oggi in promozione    Vedi tutte le offerte in corso

Home
Prodotti
Offerte
Account

Come scegliere la batteria per il tuo elettroutensile

Scegliere la batteria corretta è tra le cose più importanti per sfruttare le potenzialità del tuo elettroutensile, orientarsi però tra i prodotti offerti dal mercato a volte può risultare non semplice per un pubblico meno esperto che rischia di conseguenza di acquistare una batteria che non risponde alle proprie aspettative: scopri con i nostri consigli come sia facile trovare la batteria perfetta per ogni elettroutensile.


Come funziona una batteria ricaricabile

Spesso nel vasto mercato delle batterie ricaricabili o accumulatori di carica elettrica il consumatore si trova disorientato nella scelta della giusta batteria per il proprio elettroutensile. Questo accade soprattutto a causa della scarsa conoscenza tecnica del funzionamento della batteria. Questa guida vi permette di conoscere la struttura, le componenti ma soprattutto il funzionamento dei vostri accumulatori di carica così da permettervi la migliore scelta possibile.

Le batterie ricaricabili sono sostanzialmente batterie la cui carica elettrica può essere ripristinata attraverso l'applicazione di una specifica ed adeguata energia elettrica.
DI fatto le caratteristiche fondamentali di una batteria sono la sua capacità, espressa in Ampere per ora o Ah, e la tensione ai morsetti, espressa in Volt o con la sigla V.

Di norma ogni accumulatore reca nel proprio nome o modello il tipo di voltaggio e capacità; è consigliabile prestare sempre attenzione a questi parametri quando si sceglie la batteria a cui affidare il proprio elettroutensile e qualora si sceglie il caricabatterie per la sua ricarica.



Batteria agli ioni di Litio, al Nichel-Cadmio o al Nichel-Metallo idruro: che confusione?

Batteria Li-ion, batterie Ni-Cd, accumulatori Ni-Mh: tutto questo cosa significa?
In commercio esistono differenti tipologie di batterie che si differenziano non solo per voltaggio e capacità elettrica, ma soprattutto per composizione chimica e dimensione.

Tra le batterie secondarie per elettroutensili maggiormente vendute si contano le batterie agli ioni di Litio, le batterie nichel-metallo idruro o NiMH e le batterie al nichel-cadmio o Ni-Cd. Ma qual' la differenza?


Batteria agli ioni di Litio

La batteria ricaricabile agli ioni di Litio  è un tipo di accumulatore comunemente impiegato nell'elettronica di consumo: dai computer portatili ai telefoni cellulari, molti elettroutensili o elettrodomestici sono oggi alimentati con questo tipo di tecnologia. Ma vediamo nel dettaglio come funziona.

Le batterie al Litio possono essere fabbricate in diverse dimensioni e forme, questo grazie all'estrema versatilità degli ioni di Litio. Questa caratteristica fa di queste batterie un efficiente strumento di ricarica e un efficace ottimizzatore dello spazio di lavoro. La batteria al Litio  è molto leggera delle equivalenti batterie fabbricate con altri componenti. Questo è dovuto all'elevata densità di carica degli ioni di Litio e al fatto che il Litio richiede meno intermediari per l'immagazzinamento, così da lasciare spazio in più alla carica.
Gli accumulatori di carica agli ioni di Litio non presentano alcun effetto memoria e mostrano un basso ritmo di auto-scarica, attestato approssimativamente attorno al 5% su base mensile. Tale tasso di auto-scarica è dovuto principalmente al consumo interno del circuito di monitoraggio della tensione.
Tra gli svantaggi delle batteria agli ioni di Litio vi è la presenza di degrado anche qualora non venisse utilizzata. Una pila al Litio non andrebbe mai scaricata sotto una certa tensione così da evitare danni irreversibili. 
Importante di conseguenza è controllare che le batterie al Litio siano dotate di apposito circuito che spenga la batteria qualora dovesse scendere sotto la soglia  predefinita. Un ulteriore problema legato alle batterie agli ioni di Litio è dovuto al surriscaldamento. Se queste vengono lasciate in prossimità di fonti di calore eccessivo o poco ventilate, si rischia il loro surriscaldamento ed una conseguente fuoriuscita di liquido pericoloso. Di norma un buon accumulatore di corrente agli Litio richiede la presenza di diversi sistemi di sicurezza quali un interruttore termico che previene il surriscaldamento in caso di sovraccarico, e una linguetta di sicurezza con valvola di sfogo per controllare la pressione interna.




Batteria al Nichel-Metallo idruro o Ni-MH

La batteria al nichel-metallo idruro o impropriamente detta nichel-metalidrato è un modello di accumulatore simile al nichel-cadmio (Ni-Cd) ma nel quale l'anodo, colui che assorbe l'idrogeno, è una lega anziché il cadmio. Il catodo per entrambe le tipologie di batteria rimane il Nichel. 
L'accumulatore al Nichel-metallo idruro o Ni-MH ha due o tre volte la capacità dell'omologo (pari dimensioni) al Ni-Cd ed un effetto memoria meno significativo
Le applicazioni più comuni per questo tipo di batterie includono l'elettronica di consumo come le fotocamere digitali ma anche prodotti ibrido quali le auto di nuova generazione.
Sostituiscono molto spesso le batterie al Nichel-Cadmio qualora l'elettroutensile richieda maggiore corrente di alimentazione.

 PRODOTTI CONSIGLIATI